La nascita di MV Cosmetics

Milena Valentini, laureata in Chimica e un Master in cosmetologia, nel 2011, dopo la sua esperienza come commerciale in una mutinazionale del settore, fonda il brand che prende il nome dalle sue iniziali.

Il percorso di avvicinamento alla sua idea di Start-up inizia dall’Università.

Milena, appena laureata a 26 anni si accorge subito di non essere portata per una "Vita in laboratorio” e di non aver dato abbastanza spazio alla sua anima più creativa.

Cosi a 27 anni accetta una proposta di lavoro come sales assistant in una multinazionale che vende ingredienti chimici anche per la cosmesi.

Ma si accorge presto che le manca un tassello: un linguaggio più beauty-oriented.

La sua escalation professionale continua a grande velocità fino a diventare product e poi marketing manager nel settore personal care.

Ma sono passati quasi 10 anni dal suo debutto in azienda e nel frattempo è diventata mamma di due bambini.

Da qui prende una decisione in modo avventato, decide di mollare il lavoro.

Nel 2011 Milena inizia a pensare alla sua linea cosmetica.

La sua preparazione professionale le ha permesso di garantirsi un'occupazione sicura, mentre muove i primi passi verso la sua azienda MV Cosmetiques.

A questo punto la domanda di Milena è:

“Cosa posso fare di innovativo che ancora non esiste sul mercato?”

La risposta arriva da Londra, durante una fiera di settore che sta visitando con la sorella, anche lei professionista del marketing nel settore cosmetico.

Nessuno ha mai pensato a un prodotto beauty che contrastasse e rallentasse gli effetti nocivi dell’inquinamento elettromagnetico, nell’era dei cellulari, del Wi-Fi e dei computer?

Nasce così la sua crema anti-invecchiamento tecnologico.

In sei mesi, Milena ne studia la formulazione, la brevetta e la commissiona a un laboratorio cosmetico che la realizza. Non solo: formula altri quattro prodotti, tra cui un siero all’acido ialuronico.

La reazione dei consumatori italiani però la sorprende: c’è più apprezzamento per i "prodotti base", come il siero all’acido ialuronico, che per la crema anti-age tecnologica.

Dopo due anni di vendite con lo shopping televisivo, il target della linea di bellezza di Milena cambia.

Inizia a frequentare fiere all’estero per contattare i distributori, finché non entra in contatto con una piccola azienda di Taiwan che produce scaglie d'oro; con la quale nasce una collaborazione di co-branding: loro le spediscono le pagliuzze dorate e Milena le inserisce nelle formulazioni, per poi spedirgliele per venderle nel loro Paese.

Da qui le collaborazioni si ampliano anche all’Albania, al Kuwait e agli Emirati Arabi dove MV Cosmétiques vende prodotti diversi in base alle richieste.

Dopo un primo periodo di altri e bassi alla ricerca di una linea guida, il progetto di Milena ha trovato una sua coerenza quando ha direzionato in modo definitivo tutte le attenzioni verso l'internazionalizzazione e ha saputo trasformare una difficoltà nel suo punto di forza.

Per ogni paese straniero infatti sono richieste dal Ministero della Sanità delle certificazioni diverse, in base agli ingredienti usati nei cosmetici.

Così alla sua collaborazione con Taiwan se ne sono aggiunte altre, sempre con piccole realtà straniere, ma l'80% del suo fatturato è basato sulla vendita della crema e del siero anti-invecchiamento tecnologico che addiziona con le scaglie d'oro.

Viene considerato sempre più il mercato dell'online, che prima sembrava avere poco appeal, e una maggiore presenza sui social network, a partire da Facebook e Instagram.

Nel 2020 MV Cosmetiques diventa "Milena Valentini Cosmetics": più informazione, più digitale e più qualità.

Milena Valentini Cosmetics è evoluzione. È Timeless Beauty.